Van Gogh Alive, The Experience

Un vero e proprio viaggio nel mondo del maestro pittorico olandese, un’esperienza nuova, una mostra fuori dagli schemi, è quella che ho avuto modo di visitare lo scorso giovedì sera (giorno in cui Van Gogh Alive è aperta al pubblico fino alle 23) presso la Fabbrica del Vapore, in via Procaccini a Milano.
All’interno di un unico spazio espositivo si viene avvolti da immagini in movimento, luci, colori, parole e suoni. La pittura, il disegno, la scrittura, la poesia e la musica si uniscono per dare vita alla narrazione biografica del genio Vincent Van Gogh, dagli esordi nei Paesi Bassi, alla Parigi Impressionista, al soggiorno in Provenza, dove grazie alla luce del sole del paesaggio meridionale della Francia, la sua tavolozza si arricchisce di colori vivaci e accesi, passando attraverso l’interesse per il giapponesismo e per quei temi sempre ricorrenti, come i ritratti e gli autoritratti, i cipressi, i fiori e i girasoli e i campi di grano, fino alla morte dell’artista, scandita dal rumore frastornante di uno sparo, avvenuta nel 1890, a causa appunto di un colpo di rivoltella che egli si autoinflisse. L’esibizione si arricchisce inoltre di schizzi e stralci di lettere che il pittore usava scrivere soprattutto al fratello Théo, mercante d’arte, e che sono oggi la fonte primaria per la ricostruzione e per la comprensione della sua vita, del suo pensiero e del suo tumulto interiore.
Con più di 3000 immagini in altissima definizione, proiettate nell’arco di circa 30 minuti, ci si ritrova nel mezzo di un bombardamento a 360 gradi che ci permette di esplorare e sperimentare l’estro creativo di Van Gogh, costituito da luci intense e colori forti e vivaci, e la sua complicata e tumultuosa vicenda personale, attraversata dal seme della follia.

 

Un evento unico più che una mostra, coinvolgente, suggestivo, pedagogico e che rimane dentro anche quando ormai se ne è usciti, imperdibile dunque e visitabile ancora solo fino al 9 marzo.

 

Qualche foto dalla mostra/Some photos from the exhibition: 
Sull’online shop (www.vangoghmuseumshop.com) del Van Gogh Museum di Amsterdam è possibile acquistare un souvenir, una t-shirt, una borsa, un accessorio, un pezzo di arredamento o di design,  una stampa, una fotografia e così via, ispirati all’opera pittorica del maestro del colore olandese. Di seguito qualcuno tra i miei oggetti fashion preferiti:

 

Swatch watch Sunflowers
T-shirt men The digger
T-Shirt women quote
Umbrella Sunflower
T-shirt men Skull x-ray
T-shirt women The courtesan
Jewellery box The courtesan

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...